Sei in Home / Archivio notizie / Grande successo e forti emozioni con il Rally Italia Sardegna 2014

Grande successo e forti emozioni con il Rally Italia Sardegna 2014

09.06.2014

La gara è finita ma è ancora alta la polvere sollevata dai piloti che hanno dato vita questo weekend al Rally Italia Sardegna, tappa del Mondiale WRC organizzata dall’Automobile Club d’Italia. Lo slogan della manifestazione è “Jumping in the dust”: saltando nella polvere, appunto.

La corsa è stata spettacolare e avvincente, vinta da Sebastien Ogier su Volkswagen Polo R, in rimonta dopo le prime speciali con qualche problema. Sul podio anche Mads Ostberg su Citroen DS3 Jari-Matti Latvala su Wolkswagen Polo R. Tra gli italiani il migliore è stato Lorenzo Bertelli, giunto nono con la Ford Fiesta RRC S2000.  

Il Rally Italia Sardegna è stato teatro anche del campionato italiano rally, con il trionfo di Giandomenico Basso su Ford Fiesta R5 davanti a Umberto Scandola su Skoda Fabia e Paolo Andreucci su Peugeot 208 T16. Ottimi piazzamenti anche Andrea Nucita, Nicolo Marchioro e Alessandro Tolfo, i tre componenti che hanno rappresentato con orgoglio il Progetto Giovani ACI Team Italia, la nazionale dei giovani talenti del rallismo tricolore.

Tantissimi gli appassionati a seguire i passaggi più tecnici ed entusiasmanti: oltre 45.000 persone già a Cagliari per la partenza sul tracciato allestito al lungomare e tantissime altre lungo i percorsi delle 18 prove speciali che fino a domenica hanno attirato sull’isola più di 60.000 turisti. Un trionfo di folla anche ad Alghero, base operativa del rally, con grande risalto mediatico grazie ai 400 giornalisti e alle 195 tv internazionali a raccontare al mondo non soltanto la gara, ma anche le grandi emozioni che si vivono al seguito di un evento così travolgente.

Emozioni che non si concentrano infatti in un solo luogo - come acccade per la F1 e le altre gare - ma che scaturiscono dalle tante “speciali” che si svolgono sul territorio nelle varie giornate di gara. Il Rally Italia Sardegna conta 18 prove speciali che complessivamente impegnano i piloti su 371 km cronometrati. Ma le emozioni di chi segue la gara non terminano con la bandiera a scacchi alla fine di ogni tappa: seguirle tutte è un viaggio entusiasmante che porta a percorrere in 4 giorni oltre 1.400 km in una terra magica come la Sardegna.

Per raccontarvi da vicino il rally abbiamo inseguito i piloti su ogni tracciato e per stare dietro alle regine a quattro ruote dello sterrato abbiamo scelto la regina a due ruote della strada e del fuoristrada: la Bmw GS 1200 R che con il boxer bicilindrico da 125 cavalli e il sistema Dynamic ESA per il controllo elettronico delle sospensioni e dell’erogazione consente anche ai meno esperti di percorrere con facilità e in totale sicurezza perfino i lunghi sterrati per arrivare ai punti più spettacolari del rally, come sul Monte Olia o al Micky’s Jump sul Monte Lerno.

 

Su Facebook, alla pagina ACI Social Club, l'album fotografico del Rally Italia Sardegna