Sei in Home / Archivio notizie / Sulle auto storiche servono norme più chiare e restrittive

Sulle auto storiche servono norme più chiare e restrittive

01.07.2014

Solo 800.000 degli oltre 4 milioni di veicoli ultraventennali circolanti in Italia hanno valore storico. Gli altri 3,2 sono solo auto vecchie.

"E' necessario stringere le norme per le iscrizioni al registro della auto storiche, perche' solo 800.000 dei 4 milioni di veicoli ultraventennali oggi circolanti in Italia hanno un reale valore storico. Gli altri 3,2 milioni sono solo auto vecchie, poco sicure, che girano tutti i giorni, inquinano e vanno rottamate". Lo ha dichiarato il presidente Angelo Sticchi Damiani alla Commissione Finanze della Camera dei Deputati intervenendo sui tributi dell'auto.

Ai parlamentari il presidente dell'ACI ha anche proposto di affidare al Pubblico Registro Automobilistico il controllo preventivo sulla copertura assicurativa dei veicoli, per fronteggiare efficacemente la piaga sociale ed economica dei veicoli circolanti senza rc-auto. Ad oggi si stimano circa 4 milioni di auto senza assicurazione, con un danno per le Compagnie di quasi 2 milioni di euro l'anno. Con la soluzione proprosta dall'Automobile Club d'Italia si potrebbe intervenire ogni anno su circa 9 milioni di veicoli tra nuovi e usati, che non potrebbero essere registrati al PRA senza dimostrare prima una copertura assicurativa valida.