Sei in Home / Archivio notizie / ACI presenta il nuovo "Tommy" per tutelare il diritto alla mobilità dei disabili

ACI presenta il nuovo "Tommy" per tutelare il diritto alla mobilità dei disabili

18.09.2014

Ai disabili e alla salvaguardia del loro diritto alla mobilità l’Automobile Club d’Italia dedica oggi il terzo giorno della Settimana Europea della Mobilità Sostenibile, presentando a Roma l’evoluzione di Tommy, il sistema di tutela delle aree di sosta dei disabili. Rispetto alla versione sperimentale istallata nella Capitale prima dell’estate, il nuovo “Tommy” non prevede ingombro nell’area di parcheggio e si basa su un dissuasore elettronico che può essere disattivato con un telecomando solo dal legittimo assegnatario del posteggio. La sosta non autorizzata fa scattare un allarme acustico che richiama l’attenzione del conducente disattento.

Il sistema può essere implementato nel breve periodo con una telecamera che rileva automaticamente la targa dei trasgressori segnalandola alle Autorità competenti.

“Tommy” è un progetto dell’Automobile Club d’Italia sviluppato in collaborazione con l’Automobile Club di RomaACI Consult e la onlus Insettopia. Le grandi potenzialità del sistema sono state illustrate oggi al CNR in concomitanza di un’altra importante iniziativa dedicata ai disabili: il tour di sensibilizzazione di 20 auto elettriche con ragazzi autistici e le loro famiglie, organizzato dalla Insettopia con l’Automobile Club di Roma, ACI Consult e Edilfar Rent. Il tour, partito da Viale della Moschea e concluso in Piazzale Aldo Moro, ha visto sfilare per oltre 15 km nel cuore della Capitale un serpentone di Smart Elettric-Drive che da domani saranno disponibili con formule di noleggio a tariffe simboliche per le famiglie con figli disabili.

Le auto, munite di permesso ZTL e autorizzate alla sosta gratuita sulle strisce blu, percorrono fino a 150 km con 1 euro di ricarica elettrica e rispondono a ogni esigenza di mobilità delle utenze più deboli. Il tour odierno ha previsto una sosta presso la sede dell’Automobile Club d’Italia, dove il presidente ACI Angelo Sticchi Damiani e la presidente dell’Automobile Club di Roma, Giuseppina Fusco, hanno incontrato gli equipaggi.

“La mobilità è tutelata dalla Costituzione – ha dichiarato Sticchi Damiani – e l’Automobile Club d’Italia è il primo garante verso le istituzioni e i cittadini di questo inalienabile diritto degli individui. ACI è impegnato in un’azione continua di formazione che si accompagna alla ricerca costante di nuove forme di sostenibilità ambientale ed economica della mobilità: i veicoli elettrici rappresentano già oggi la soluzione più idonea per gli spostamenti privati nelle aree urbane, la cui sicurezza è garantita dal soccorso stradale ACI 803.116 con un innovativo programma di assistenza”.

“La peculiarità di una città come la Capitale – ha affermato Giuseppina Fusco, presidente dell’Automobile Club di Roma – richiede il massimo sforzo di tutta la filiera territoriale della mobilità per consentire ai cittadini di muoversi in modo responsabile e sostenibile. Stiamo lavorando in sinergia con tanti partner pubblici e privati per offrire non solo agli automobilisti una città migliore”.