Sei in Home / Servizi / Guide utili / Guida al bollo auto / Sospensione pagamenti eventi sismici dal 24 agosto 2016

Sospensione pagamenti eventi sismici dal 24 agosto 2016

Con decreto del 1° settembre 2016 del Ministero dell’Economia e delle Finanze è stata disposta la sospensione dei termini tributari a favore dei contribuenti colpiti dagli eccezionali eventi sismici del giorno 24 agosto 2016 verificatisi nei territori delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria.

Con successivi decreto legge n.189 del 17 ottobre 2016, convertito con modificazioni  in Legge n.229 del 15 dicembre 2016, e  Ordinanza 15 novembre 2016 del Commissario del Governo per la ricostruzione nei territori interessati dal sisma del 24 agosto 2016, è stato ampliato il numero dei comuni interessati dalle agevolazioni e prorogati i termini di sospensione dei tributi.

In particolare, il citato DM 1° settembre 2016 ha previsto, sia per le persone fisiche residenti, alla data del 24 agosto 2016, nei Comuni terremotati, che per le persone giuridiche aventi, sempre a tale data, la sede legale o operativa nei medesimi Comuni, la sospensione dei termini in scadenza nel periodo compreso tra il 24 agosto ed il 16 dicembre 2016 relativi a versamenti ed adempimenti tributari, anche se derivanti da cartelle di pagamento emesse dagli agenti della riscossione.

È successivamente intervenuto il decreto legge n.8 del 9 febbraio 2017 convertito con modificazioni  in Legge n.45 del 7 aprile 2017 in base al quale:

  • per i soggetti residenti o con sede legale/operativa alla data del 24 agosto 2016 nei comuni sub a)  di cui ai seguenti elenchi, opera la sospensione dei termini dei versamenti e degli adempimenti tributari  in scadenza nel periodo compreso tra il 24 agosto 2016 ed il 30 novembre 2017 
  • per i soggetti residenti o con sede legale/operativa alla data del 26 ottobre 2016 nei comuni sub b)  di cui ai seguenti elenchi. opera la sospensione dei termini dei versamenti e degli adempimenti tributari  in scadenza nel periodo compreso tra il 26 ottobre 2016 ed il 30 novembre 2017
  • la ripresa della riscossione dei tributi sospesi fino al 30 novembre 2017 avviene entro il 16 dicembre 2017, senza applicazione di sanzioni ed interessi.

Da ultimo la Legge n.96 del 21 giugno 2017, di conversione del decreto legge n.50 del 24 aprile 2017, ha prorogato il termine di sospensione dal 30 novembre 2017 al 31 dicembre 2017, soltanto per i soggetti diversi dai titolari di reddito di impresa e di reddito di lavoro autonomo nonché dagli esercenti di lavoro agricolo. Per i destinatari di questa ultima agevolazione, la ripresa dei pagamenti avviene entro il 16 febbraio 2018. Le somme oggetto di sospensione possono essere versate, senza applicazione di sanzioni ed interessi, mediante rateizzazione fino ad un massimo di 9 rate mensili di pari importo, a decorrere dal 16 febbraio 2018.

Non si procede al rimborso di quanto già versato.

 

REGIONE ABRUZZO

a) Elenco comuni colpiti dal sisma del 24 agosto 2016: 

Campotosto (AQ);

Capitignano (AQ);

Montereale (AQ);

Rocca Santa Maria (TE);

Valle Castellana (TE);

Cortino (TE);

Crognaleto (TE);

Montorio al Vomano (TE);

b) Elenco comuni colpiti dal sisma del 26 e del 30 ottobre 2016: 

Campli (TE);

Castelli (TE);

Civitella del Tronto (TE);

Torricella Sicura (TE);

Tossicia (TE);

Teramo*

 

REGIONE LAZIO

a) Elenco comuni colpiti dal sisma del 24 agosto 2016: 

Accumoli (RI);

Amatrice (RI) ;

Antrodoco (RI) ;

Borbona (RI) ;

Borgo Velino (RI) ;

Castel Sant'Angelo (RI) ;

Cittareale (RI) ;

Leonessa (RI) ;

Micigliano (RI) ;

Posta (RI) ;

b) Elenco comuni colpiti dal sisma del 26 e del 30 ottobre 2016: 

Cantalice (RI); 

Cittaducale (RI);

Poggio Bustone (RI); 

Rieti*; 

Rivodutri (RI); 

 

REGIONE MARCHE

a) Elenco comuni colpiti dal sisma del 24 agosto 2016: 

Amandola (FM);

Acquasanta Terme (AP);

Arquata del Tronto (AP);

Comunanza (AP);

Cossignano (AP);

Force (AP);

Montalto delle Marche (AP);

Montedinove (AP);

Montefortino (FM);

Montegallo (AP);

Montemonaco (AP);

Palmiano (AP);

Roccafluvione (AP);

Rotella (AP);

Venarotta (AP);

Acquacanina (MC);

Bolognola (MC);

Castelsantangelo sul Nera (MC);

Cessapalombo (MC);

Fiastra (MC);

Fiordimonte (MC);

Gualdo (MC);

Penna San Giovanni (MC);

Pievebovigliana (MC);

Pieve Torina (MC);

San Ginesio (MC);

Sant'Angelo in Pontano (MC);

Sarnano (MC);

Ussita (MC);

Visso (MC);

b) Elenco comuni colpiti dal sisma del 26 e del 30 ottobre 2016: 

Apiro (MC); 

Appignano del Tronto (AP); 

Ascoli Piceno*

Belforte del Chienti (MC); 

Belmonte Piceno (FM); 

Caldarola (MC); 

Camerino (MC); 

Camporotondo di Fiastrone (MC);

Castel di Lama (AP); 

Castelraimondo (MC); 

Castignano (AP); 

Castorano (AP); 

Cerreto Desi (AN); 

Cingoli (MC);

Colli del Tronto (AP); 

Colmurano (MC); 

Corridonia (MC); 

Esanatoglia (MC); 

Fabriano (AN)*; 

Falerone (FM); 

Fiuminata (MC); 

Folignano (AP); 

Gagliole (MC); 

Loro Piceno (MC); 

Macerata*; 

Maltignano (AP); 

Massa Fermana (FM); 

Matelica (MC); 

Mogliano (MC); 

Monsapietro Morico (FM); 

Montappone (FM); 

Monte Rinaldo (FM); 

Monte San Martino (MC); 

Monte Vidon Corrado (FM); 

Montecavallo (MC); 

Montefalcone Appennino (FM); 

Montegiorgio (FM); 

Monteleone (FM); 

Montelparo (FM); 

Muccia (MC); 

Offida (AP); 

Ortezzano (FM); 

Petriolo (MC); 

Pioraco (MC); 

Poggio San Vicino (MC); 

Pollenza (MC); 

Ripe San Ginesio (MC); 

San Severino Marche (MC); 

Santa Vittoria in Matenano (FM); 

Sefro (MC); 

Serrapetrona (MC); 

Serravalle del Chienti (MC); 

Servigliano (FM); 

Smerillo (FM); 

Tolentino (MC); 

Treia (MC); 

Urbisaglia (MC)

 

REGIONE UMBRIA

a) Elenco comuni colpiti dal sisma del 24 agosto 2016: 

Arrone (TR);

Cascia (PG);

Cerreto di Spoleto (PG);

Ferentillo (TR);

Montefranco (TR);

Monteleone di Spoleto (PG);

Norcia (PG);

Poggiodomo (PG);

Polino (TR);

Preci (PG);

Sant'Anatolia di Narco (PG);

Scheggino (PG);

Sellano (PG);

Vallo di Nera (PG);

b) Elenco comuni colpiti dal sisma del 26 e del 30 ottobre 2016: 

Spoleto (PG)*

 

* Nei Comuni contraddistinti con asterisco, le misure agevolative in materia fiscale sono riconosciute limitatamente ai singoli soggetti danneggiati che dichiarino l'inagibilità del fabbricato, casa di  abitazione, studio professionale o azienda, ai sensi del testo unico di cui  al  decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, con trasmissione agli uffici dell'Agenzia delle entrate e dell'Istituto  nazionale per la previdenza sociale territorialmente competenti.