Sei in Home / Servizi / Guide utili / Guida al bollo auto / Sospensione pagamenti misure di contenimento e gestione dell’emergenza dal virus Covid-19

Sospensione pagamenti misure di contenimento e gestione dell’emergenza dal virus Covid-19

Con decreto del 24 febbraio 2020 del Ministero dell’Economia e delle Finanze, pubblicato nella G.U. n.48 del 26 febbraio 2020 è stata disposta la sospensione dei termini tributari a favore dei contribuenti destinatari delle misure di contenimento e gestione dell’emergenza dal virus Covid-19 di dieci Comuni della Provincia di Lodi (Bertonico, Casalpusterlengo, Castelgerundo, Castiglione d’Adda, Codogno, Fombio, Maleo, San Fiorano, Somaglia e Terranova dei Passerini), e del Comune di Vò nella Provincia di Padova.

In particolare, il citato DM ha previsto, per le persone fisiche residenti o aventi sede operativa alla data del 21 febbraio 2020 nei citati Comuni, la sospensione dei termini in scadenza nel periodo compreso tra il 21 febbraio e il 31 marzo 2020 relativi a versamenti ed adempimenti tributari, inclusi quelli derivanti da cartelle di pagamento emesse dagli agenti della riscossione.

La stessa sospensione opera anche nei confronti dei soggetti differenti dalle persone fisiche aventi, alla data del 21 febbraio, la sede legale o operativa nei medesimi Comuni.

La ripresa della riscossione dei tributi sospesi fino al 31 marzo 2020 avviene entro il 30 aprile 2020, senza applicazione di sanzioni ed interessi.

Con Decreto Legge 2 marzo 2020, n. 9 è stata ampliata, ma solo con riferimento ai versamenti derivanti da cartelle di pagamento emesse dagli agenti della riscossione, la portata della disposizione agevolativa già prevista dall’art. 1, commi 1 e 2 del Decreto del MEF del 24 febbraio 2020, estendendo l'agevolazione fino al 30 aprile 2020 e regolarizzazione dell'adempimento in unica soluzione entro il successivo mese di maggio 2020.

Ulteriori agevolazioni sono state disposte, con riferimento a tutto il territorio nazionale, dal Decreto Legge 17 marzo 2020, n. 18 (cd. "Decreto Cura Italia").

In particolare l'art. 67 al comma 1, ha sospeso dall’8 marzo al 31 maggio 2020 i termini relativi alle attività di liquidazione, di controllo, di accertamento, di riscossione e di contenzioso, da parte degli uffici degli enti impositori. 

L’ art. 68  al comma 1, con riferimento alle entrate tributarie e non tributarie, prevede che “sono sospesi i termini dei versamenti, scadenti nel periodo dall’8 marzo al 31 maggio 2020, derivanti da cartelle di pagamento emesse dagli agenti della riscossione [...] I versamenti oggetto di sospensione devono essere effettuati in unica soluzione entro il mese successivo al termine del periodo di sospensione."

È bene sapere che in  nessun caso si procede al rimborso di quanto già versato e che tutti i termini di sospensione o di regolarizzazione dei pagamenti coincidenti con il 31 maggio sono da intendersi estesi al 1° giugno, ricadendo il 31 maggio in giornata festiva. 

Poiché le Regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano potrebbero avere deliberato in merito alla sospensione dei tributi, è opportuno verificare le informazioni riportate sui rispettivi siti istituzionali e sul sito aci per le regioni convenzionate.