Sei in Home / Servizi / Guide utili / Guida al bollo auto / Sospensione pagamenti misure di contenimento e gestione dell’emergenza dal virus Covid-19

Sospensione pagamenti misure di contenimento e gestione dell’emergenza dal virus Covid-19

 

Al fine di contenere gli effetti derivanti dall'emergenza da  Covid-19,   sono state emanate varie disposizioni normative contenenti agevolazioni in materia tributaria, in particolare il "Decreto Cura Italia" (DL 17 marzo 2020, n. 18  convertito con modificazioni dalla L.24 aprile 2020, n. 27), il "Decreto Rilancio" (DL  19 maggio 2020 n.34 convertito con modificazioni dalla L.17 luglio 2020, n. 77), il "Decreto Agosto" (DL  14 agosto 2020, n. 104 convertito con  modificazioni dalla L.13 ottobre 2020, n. 126), ed il  DL  20 ottobre 2020, n.129.

Il Decreto legge n.129/2020, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 260 del 20 ottobre 2020, recante “Disposizioni urgenti in materia di riscossione esattoriale”, ha differito al 31 dicembre 2020 il termine “finale” di sospensione dell’attività di riscossione precedentemente fissato al 15 ottobre 2020 dal "Decreto Agosto".

Di seguito vengono riepilogate le misure già introdotte in materia di riscossione dai provvedimenti normativi emanati nel periodo di emergenza sanitaria (DL n. 18/2020 “Decreto Cura Italia", DL n. 34/2020 “Decreto Rilancio" e DL n. 104/2020 “Decreto Agosto"), aggiornate con i nuovi termini definiti nel DL n. 129/2020.

 

Pagamento cartelle, avvisi di addebito e accertamento

Differimento al 31 dicembre 2020 del termine di sospensione del versamento di tutte le entrate tributarie e non tributarie derivanti da cartelle di pagamento, avvisi di addebito e avvisi di accertamento affidati all’Agente della riscossione.

Sono, pertanto, sospesi i pagamenti in scadenza dall’8 marzo (*) al 31 dicembre 2020 che dovranno essere effettuati entro il mese successivo alla scadenza del periodo di sospensione e, dunque, entro il 31 gennaio 2021.
(*) per i soggetti con residenza, sede legale o la sede operativa nei comuni della c.d. “zona rossa” (allegato 1 del DPCM 1° marzo 2020), la sospensione decorre dal 21 febbraio 2020.

 

Rateizzazioni

Con il DL 129/2020 per i piani di dilazione già in essere alla data dell’8 marzo 2020 e per i provvedimenti di accoglimento delle richieste presentate fino al 31 dicembre 2020, la decadenza del debitore dalle rateizzazioni accordate viene determinata nel caso di mancato pagamento di dieci rate, anche non consecutive, invece delle cinque rate ordinariamente previste. Per i debiti scaduti il 2019 rimane in vigore la possibilità, introdotta dal DL 34/2020, di chiedere la dilazione del pagamento (ai sensi dell’art. 19 del DPR 602/1973) per le somme ancora dovute. 

Il DL 129/2020 ha disposto il differimento al 31 dicembre 2020 del termine finale di sospensione delle attività di notifica di nuove cartelle e degli altri atti di riscossione. Fino a tale data, dunque, sono sospese le azioni di recupero, cautelari ed esecutive, dei carichi affidati alla riscossione. 

 

È bene sapere che in  nessun caso si procede al rimborso di quanto già versato. 

Poiché le Regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano potrebbero avere deliberato in merito alla sospensione dei tributi, è opportuno verificare le informazioni riportate sui rispettivi siti istituzionali e sul sito aci per le regioni convenzionate.