Sei in Home / Servizi / Guide utili / Guida pratiche auto / Ecoincentivi

Ecoincentivi 2009

Il Decreto Legge n. 5/2009 - così come convertito dalla legge n. 33/2009 pubblicata sul S.O. n. 49 della Ufficiale n. 85 del 11/04/2009 - ha previsto, anche per l'anno 2009, le agevolazioni per l'acquisto dei veicoli ecologici e la demolizione dei veicoli più inquinanti.
I nuovi provvedimenti introducono alcune novità ispirate ad incentivare l'acquisto di mezzi a più ridotta emissione di CO2.

Si illustrano, nel dettaglio, le misure adottate precisando i requisiti richiesti per ognuna di esse:  

1) Motocicli

E' concesso un contributo di Euro 500,00 per l'acquisto di un motociclo nuovo euro 3 fino a 400 cc di cilindrata o comunque non superiore a 60 kw, con rottamazione di un motociclo o ciclomotore euro 0 o euro 1.  

2) Autovetture

E' previsto un contributo di Euro 1.500,00 per l'acquisto di autovetture, euro 4 o euro 5, che emettono fino a 140 grammi di CO2 per chilometro, o fino a 130 grammi se alimentate a gasolio, a fronte della rottamazione di autovetture e autoveicoli ad uso promiscuo euro 0, euro 1 e euro 2 (questi ultimi se immatricolati entro il 31.12 1999).  

3) Autovetture super ecologiche
(autovetture con alimentazione, esclusiva o doppia, a gas metano o Gpl, alimentazione elettrica o a idrogeno)

E' stato confermato, anche per l'anno 2009, il contributo a favore di chi acquista un'autovettura nuova, omologata dal costruttore per la circolazione anche mediante alimentazione, esclusiva o doppia, del motore con gas metano o Gpl, alimentazione elettrica ovvero a idrogeno.

Più esattamente:
- il contributo è di Euro 1.500;
- il contributo è aumentato di ulteriori Euro 500, se il veicolo ha emissioni di CO2 inferiori a 120 grammi per chilometro (il limite di emissioni cui fare riferimento è quello riportato sulla carta di circolazione del veicolo);
- il contributo è aumentato di ulteriori Euro 1.500, con esclusione delle autovetture con alimentazione a GPL) se il veicolo ha emissioni di CO2 non superiori  a 120 grammi per chilometro (il limite di emissioni cui fare riferimento è quello riportato sulla carta di circolazione del veicolo).

Il contributo (base o aumentato) cui si fa riferimento è anticipato dal venditore al momento dell'acquisto del veicolo da parte dell'acquirente.

Per godere di questo beneficio la legge richiede due ulteriori condizioni:
- il contratto di acquisto del veicolo deve essere firmato entro il 31.12.2009;
- il veicolo nuovo deve essere immatricolato entro il 31 marzo 2010.

Il contributo (base o aumentato) per le autovetture c.d. super ecologiche di cui al presente punto è cumulabile con quello previsto per la rottamazione delle autovetture di cui al precedente punto 2).

4) Autocarri con alimentazione, esclusiva o doppia, a gas metano o Gpl, alimentazione elettrica o a idrogeno

E' stato confermato, anche per l'anno 2009, il contributo a favore di chi acquista un autocarro nuovo, di massa complessiva fino 3,5 tonnellate, euro 4 o euro 5, omologato dal costruttore per la circolazione anche mediante alimentazione, esclusiva o doppia, del motore con gas metano o Gpl, alimentazione elettrica ovvero a idrogeno.

Più esattamente:
- il contributo è di Euro 1.500;
- il contributo è aumentato di ulteriori Euro 500, se il veicolo ha emissioni di CO2 inferiori a 120 grammi per chilometro (il limite di emissioni cui fare riferimento è quello riportato sulla carta di circolazione del veicolo);
- il contributo è aumentato di ulteriori Euro 2.500 in caso di rottamazione di un autocarro, o autoveicolo promiscuo, o ad uso speciale, o per trasporto specifico, euro 0, euro 1 e euro 2 (questi ultimi se immatricolati entro il 31.12.1999), di massa massima fino a 3,5 tonnellate.

Il contributo (base o aumentato) cui si fa riferimento è anticipato dal venditore al momento dell'acquisto del veicolo da parte dell'acquirente.  

5) Autocarri, autoveicoli per trasporto promiscuo, autoveicoli per trasporti specifici, autoveicoli per uso speciale, autocaravan

E' previsto un contributo, anticipato dal venditore del veicolo nuovo, per chi rottama un autocarro, un autoveicolo per trasporto promiscuo, un autoveicolo per trasporto specifico, un autoveicolo per uso speciale o un autocaravan, di categoria "euro 0" o "euro 1" o "euro 2" (quest'ultimo immatricolato entro il 31 dicembre 1999) di peso complessivo fino a 3,5 tonnellate e ne acquista uno nuovo di categoria "euro 4" o "euro 5".

Gli autocarri, autoveicoli per trasporto promiscuo, autoveicoli per trasporto specifico e autoveicoli per trasporto speciale, possono essere reciprocamente sostituiti entro il limite di massa massima di 3,5 tonnellate, trattandosi di veicoli ad uso commerciale e considerato che i veicoli promiscui non vengono più prodotti.
Gli autocaravan, in quanto destinati ad uso privato al trasporto e all'alloggio delle persone, possono essere sostituiti solo con altri autocaravan.

Il contributo cui si fa riferimento è anticipato dal venditore al momento dell'acquisto del veicolo da parte dell'acquirente. 

6) Installazione di impianti ecologici (Gpl o metano)

E' previsto un contributo di Euro 500,00 per l'installazione di un impianto Gpl e di Euro 650,00 per l'installazione di un impianto a metano sugli autoveicoli di categoria "euro 0", "euro 1" ed "euro 2", fino all'esaurimento dei fondi statali previsti. 

Questo contributo, fruibile ogni anno grazie ai fondi stanziati dal Ministero dello Sviluppo Economico, è gestito tramite le procedure attivabili attraverso il sito internet www.ecogas.it del Consorzio Ecogas.

E' importante sapere che:

  • i benefici descritti si applicano anche nel caso in cui il veicolo demolito sia intestato a un familiare convivente, risultante dallo stato di famiglia;
  • i benefici si applicano anche per l'acquisto di veicoli nuovi in locazione finanziaria, con contratto stipulato fra acquirente e venditore dal 7.2.2009 e fino al 31.12.2009, purché immatricolati entro il 31.3.2010;
  • i benefici si applicano anche per l'acquisto di veicoli nuovi da parte di una società di leasing in locazione finanziaria, con rottamazione di un veicolo intestato al locatario;
  • sono esclusi dai benefici gli acquisti di veicoli da intestare a società che effettuano produzione o scambio di veicoli;
  • i benefici si applicano anche se il veicolo viene rottamato dall'erede;
  • qualora il veicolo destinato alla rottamazione sia cointestato a più soggetti, vengono riconosciuti gli incentivi anche se il nuovo veicolo viene intestato ad uno solo di essi;
  • a fronte della rottamazione di un veicolo inquinante, possono essere accordati gli incentivi per l'acquisto di un unico veicolo nuovo;
  • la radiazione dal PRA del veicolo inquinante deve avvenire entro 15 giorni dalla data di consegna del veicolo nuovo.