Piano triennale per la prevenzione della corruzione e della trasparenza

Piano triennale per la prevenzione della corruzione e della trasparenza

Piano triennale per la prevenzione della corruzione e della trasparenza

Responsabile della Prevenzione, della Corruzione e della Trasparenza: Dott. Mauro Annibali

Programma triennale per la trasparenza e integrità

   

Stato di attuazione

Il monitoraggio del piano verrà attuato attraverso la verifica dell'avanzamento rispetto alla baseline (versione del piano approvata dall'Organo di indirizzo politico-amministrativo). Gli scostamenti dal piano originario verranno segnalati nei report di monitoraggio e verranno individuate eventuali azioni per garantire il raggiungimento degli obiettivi programmati.

Il monitoraggio si svolgerà secondo due cadenze diverse:

  • temporale: il monitoraggio verrà effettuato su base semestrale al fine di redigere un report di avanzamento che verrà sottoposto all'attenzione dell'OIV ed all'approvazione dell'Organo di indirizzo politico-amministrativo;
  • di risultato: in presenza di milestones di particolare rilevanza (iniziative per la trasparenza e/o l'integrità, giornate delle trasparenza, ecc.), che costituiscono obiettivi di fondamentale importanza per la realizzazione del Piano, verrà effettuato un monitoraggio specifico. Tale monitoraggio sarà finalizzato a verificare ex-ante la coerenza delle attività intraprese con l'obiettivo specifico e la correttezza temporale del processo di realizzazione. Successivamente il monitoraggio sarà finalizzato alla verifica dell'efficacia del risultato ottenuto rispetto alle aspettative dell'amministrazione e degli stakeholder coinvolti.
            

Programma Triennale della Trasparenza e dell'integrità (2015-2017)
Tabella di monitoraggio 

Programma Triennale della Trasparenza e dell'integrità (2014-2016)
Tabella di monitoraggio 

Programma Triennale della Trasparenza e dell'integrità (annualità 2013)
Tabella di monitoraggio

Programma Triennale della Trasparenza e dell'integrità 2011-2013 (annualità 2012)
Tabella di monitoraggio 

Programma Triennale della Trasparenza e dell'integrità (annualità 2011)
Tabella di monitoraggio

 

Contenuto inserito il 24-02-2017 aggiornato al 07-11-2017

Giornate della trasparenza

9^ Giornata della Trasparenza

Roma, 30 novembre 2017 


L’accesso civico generalizzato è l’argomento della 9^ Giornata della Trasparenza della Federazione ACI dal titolo:  “Dal bisogno di conoscere al diritto di conoscere”.

Le nuove norme in materia di trasparenza amministrativa sono state oggetto degli interventi dei rappresentanti istituzionali dell’Ente, esperti nel campo del diritto e della comunicazione e di  Direttori di Automobile Club.

Il confronto tra la Federazione ACI e profondi conoscitori della materia ha descritto con chiarezza il percorso che ha portato all’introduzione di questo importante istituto a disposizione dei cittadini.

Dal dibattito civico, che ha portato all'introduzione dell’ accesso civico generalizzato, al cambiamento organizzativo e culturale cui le Amministrazioni devono orientarsi, alle iniziative intraprese da ACI e dagli AC per dare concreta attuazione alle nuove norme, con un focus sulla comunicazione, quale strumento per avvicinare la Pubblica Amministrazione agli stakeholder. 

Fulcro di tutti gli interventi è, dunque, il cittadino che, mediante l'esercizio dell'accesso civico generalizzato, puó partecipare in modo sempre più consapevole al dibattito pubblico. 

La Giornata si è svolta per la la prima volta in modalità digitale ed interattiva. Tutti gli interessati hanno avuto la possibilità di collegarsi al sito istituzionale aci.it, visualizzare on line gli interventi, commentarli  e condividerli. Una scelta che rende ancora  più diretto il momento istituzionale in cui la Federazione ACI incontra, dialoga ed ascolta i propri portatori di interesse ed i cittadini tutti.

guarda la brochure (PDF, 2.659 Kb)

 

Dott. Mauro Annibali - Responsabile ACI Prevenzione Corruzione e Trasparenza
 

Ing. Angelo Sticchi Damiani - Presidente ACI

Dott. Francesco Tufarelli - Segretario Generale ACI

Dott. Stefano Toschei - Consigliere di Stato

Avv. Ernesto Belisario - Promotore "Foia4Italy"

Prof.ssa Daniela Vellutino - Docente Università Salerno

Dott.ssa Stefania Della Pietra - Funzionario ACI

Dott.ssa Barbara Aguzzi - Direttore AC Torino

Dott. Nicola Di Nardo - Direttore AC Avellino

Dott.ssa Carla Carrera - Dirigente Ufficio Pianificazione ACI 

 

Piano della Performance

 

8 ^ Giornata della Trasparenza

Roma, 3 novembre 2016 - Autodromo di Vallelunga

Come ogni anno la Giornata della Trasparenza della Federazione ACI rappresenta l'occasione per fare il punto sulle molteplici attività che ACI svolge sull’intero territorio nazionale e che spaziano dall’attuazione dei compiti delegati dallo Stato e dalle Regioni a quelle istituzionali; tra queste ultime spicca l’impegno di tutta la Federazione ACI per progetti e attività inerenti la sostenibilità, l’educazione e la sicurezza stradale e gli impatti che tali attività hanno sull’intero contesto sociale. Il dialogo aperto con gli stakeholder e l’attenzione ai loro bisogni è testimoniato da una breve descrizione di alcune tra le numerose attività poste in essere dagli Automobile Club confermando con ciò la cura nell’individuazione dei servizi, incentrati anche sulle specifiche realtà territoriali e modulati interpretando le diverse esigenze degli utenti della mobilità, in piena coerenza con la mission istituzionale e con l’impegno di tutte le componenti della Federazione ACI.

Leggi il programma 

Leggi la brochure 

Guarda il video della giornata:

https://youtu.be/3esmtsSl8RE

Foto Gallery

 

7 ^ Giornata della Trasparenza - L'informatizzazione dei servizi…al servizio del cittadino

Semplificazione, equità, integrazione, memoria, ruolo sociale e anticorruzione sono state le parole chiave della 7ma “Giornata della Trasparenza”, svoltasi il 17 novembre 2015. Una mattinata di lavori - che ha visto impegnati dodici relatori, suddivisi in quattro aree tematiche - ispirati e coordinati dal Responsabile della Trasparenza ACI, Mauro Annibali.

Nella prima sessione - dedicata al progetto “Semplific@uto” - il Direttore del Servizio Gestione P.R.A., Giorgio Brandi e la Dottoressa Roberta Benci, hanno fatto il punto sul contributo fondamentale che le nuove tecnologie sono in grado di offrire a P.A. e cittadini, in materia di semplificazione, certezza dei dati, sicurezza dei documenti e risparmio, illustrando i benefici dell’introduzione del primo, significativo, passo dell’impegno ACI in questo ambito: il CDP Digitale. In poco più di quaranta giorni dalla sua introduzione (5 ottobre 2015), ACI ha rilasciato più di 1,3 milioni di documenti, ad una media di oltre 30mila CDP Digitali al giorno. Nel corso dei lavori della 7ma “Giornata della Trasparenza” il counter del sito ACI ha fatto registrare l’emissione di oltre 18mila nuovi certificati, ad una media di oltre cento CDP Digitali al minuto.

L’intelligenza artificiale, invece, è stata la protagonista della seconda sessione dei lavori, dedicata a due temi di grande attualità e rilievo: “Equità fiscale” e “Integrazione banche dati”. Salvatore Moretto (Direttore del Servizio Gestione Tasse Automobilistiche), Maurizio Lenzerini, (esperto di Basi di Dati e Intelligenza Artificiale dell’Università “La Sapienza”, di Roma) e Paolo Bouquet (Università di Trento), hanno dimostrato come un approccio “semantico-ontologico” nella definizione dei dati (abbinando, cioè, ai numeri oggetti e concetti) possa consentire a chiunque di interrogare un database complesso, utilizzando domande semplici e concetti di uso comune. Casi concreti di applicazione di queste nuove tecnologie sono stati illustrati dalla Responsabile Tributi della Valle d’Aosta, Iris Degani e dal Dirigente delle Entrate della Città Metropolitana di Roma, Francesco Fresilli.

La terza sessione dei lavori è stata dedicata al “Valore della storia dell’auto nel ruolo sociale di ACI”. La Direttrice dell’Ufficio Mobilità e Sicurezza Stradale ACI, Lucia Vecere, il Direttore dell’Automobile Club di Roma, Riccardo Alemanno e il Responsabile dell’Archivio Storico dell’AC Roma, Paolo Riccobono, hanno sottolineato l’importanza di tutelare e promuovere il valore della memoria storica di una realtà come ACI. Digitalizzare, conservare, organizzare e rendere consultabile l’imponente patrimonio bibliografico e documentale del Club degli automobilisti italiani significa, infatti, contribuire a favorire una ricostruzione a tutto tondo di oltre cento anni di storia del nostro Paese, seguendo il rilevante ruolo economico, sociale, culturale e di costume rappresentato da uno dei grandi volani di crescita del nostro Novecento: l’automobile.

Relazione e Piano della Performance”, “Carta dei Servizi e Piano Anticorruzione” sono stati i temi della quarta e ultima sessione dei lavori, affidati a Carla Carrera, Dirigente dell’Ufficio Pianificazione ACI, e Mauro Annibali, Responsabile della Trasparenza, il quale, nell’illustrare lo stato dell’arte in materia, ha sottolineato come quella contro la corruzione - intesa soprattutto come “mala gestio” - sia una battaglia quotidiana, che non può mai essere considerata vinta, ma deve essere combattuta senza sosta ad ogni livello, puntando alla sostanza e senza mai fermarsi all’apparenza, con l’obiettivo primario di dar vita all’unico strumento davvero in grado di contrastare le cattive pratiche: una “cultura della legalità”, sempre più diffusa e sempre più in grado di permeare le coscienze individuali.

27/11/2014 - 6^ Giornata della Trasparenza ACI: più Trasparenti, meno Distanti 

ll 27 novembre 2014 nel corso della 6^ Giornata della Trasparenza della Federazione ACI sono state  presentate numerose attività svolte sul territorio dagli Automobile Club provinciali, tutte centrate sull’offerta di servizi pensati interpretando le diverse esigenze degli utenti della mobilità.

Un’ ulteriore giornata dedicata da ACI  alla Trasparenza che, nel dialogo con i propri  stakeholder, conferma il suo convinto impegno nei confronti delle fasce più deboli senza trascurare la passione per l’automobilismo storico, attingendo appieno dalla sua storia centenaria. 

L’incontro è stato caratterizzato da una significativa testimonianza dell’Automobile Club di Genova che, seppur gravemente danneggiato dai recenti eventi atmosferici, si è immediatamente attivato per garantire i servizi ai cittadini, senza far gravare su di loro, ulteriormente, le conseguenze e gli effetti delle alluvioni.

Sono poi state presentate alcune tra le più rappresentative attività in materia di sicurezza stradale, solidarietà, integrazione e passione per l’automobilismo e non è mancato un focus sulle nuove tecnologie e sulle più avanzate modalità di fruizione dei servizi.

Anche in quest’ occasione, fondamentale per il buon esito della giornata è stato l’impegno dei numerosi Automobile Club partecipanti (Ivrea, Biella, Genova, Roma, Milano, Chieti, Grosseto, Pistoia, Rimini, Lecce, Teramo, Latina, Verona) che, come sempre, hanno dimostrato l’assoluta coerenza di strategie di azione della Federazione ACI.

Conferma di ciò si è avuta anche dalla presentazione del Piano delle Performance nel quale si trova tradotto, in azioni concrete, l’impegno che ACI persegue nei molteplici ambiti istituzionalmente presidiati.

Nella stessa giornata per la prima volta, in ossequio al quadro normativo di riferimento, è stato illustrato il Piano Triennale per la Prevenzione della Corruzione (strettamente collegato al piano delle Performance) che rappresenta lo strumenti di analisi e valutazione dei rischi specifici di corruzione e nel quale sono stati inseriti gli interventi organizzativi volti a prevenirli.

Nella stesura del Piano ACI ha provveduto a mappare i processi interni, valutare il rischio per ciascun processo, prevederne il  trattamento con l’adozione di misure di prevenzione ed infine effettuare il monitoraggio per la verifica dell’efficacia dei sistemi di prevenzione adottati.

Una nuova sfida che ACI come sempre intende raccogliere, concorrendo alla formazione di una nuova cultura della legalità che passa anche attraverso il miglioramento dei servizi e mira a ridurre i comportamenti corruttivi e, conseguentemente, il danno al cittadino.

Programma della 6^ Giornata della Trasparenza  
 

02/07/2014 - 5^ Giornata della Trasparenza ACI "L'ACI raddoppia"

Un'Aci sempre più trasparente, attenta al sociale e vicina alle istanze dei cittadini e degli utenti della mobilità, che vive un sempre più intenso rapporto di sussidiarietà con la Pubblica Amministrazione e il governo del Paese.

E' questo - in estrema sintesi - il messaggio che giunge dalla quinta Giornata della Trasparenza ACI, che il 2 luglio 2014 ha visto l'intera Federazione (Automobile Club d'Italia e Automobile Club locali e provinciali), presentare alcune tra le più significative "best practice" in materia di servizi per i cittadini, sviluppo di nuove tecnologie, sicurezza stradale, solidarietà, integrazione, arte e sport.

Da quest'anno l'impegno dell'Automobile Club d'Italia sul fronte trasparenza raddoppia, non solo per il grande spazio offerto alle eccellenze messe in campo da molte realtà locali (Campobasso, Isernia, Roma, Vicenza, Varese, Modena, Salerno, Brindisi, Mantova, Bari e Ivrea), ma anche perché quantità e qualità di prodotti e servizi innovativi sono tali da richiedere di dedicare al tema "Più trasparenti, meno distanti" una seconda giornata di lavori che si celebrerà nel prossimo mese di ottobre.

Dal programma è possibile scaricare interventi e filmati della 5^ Giornata della Trasparenza 

Video della giornata
 

31/05/2013 - 4^ Giornata della Trasparenza ACI "ACI fra Stato e cittadino" - Professionalità al servizio di privati e istituzioni

Grande condivisione sulle attività realizzate e quelle programmate. Piace molto il Manifesto degli Automobilisti che ACI ha presentato al Governo e al Parlamento a nome di 34 milioni di automobilisti.

Foto quarta giornata della Trasparenza ACI

Si è svolta oggi la quarta Giornata della Trasparenza dell’Automobile Club d’Italia, intitolata “ACI fra Stato e cittadino – professionalità al servizio di privati e istituzioni”.

Con questo appuntamento l’Ente ha voluto illustrare i benefici per la collettività e i ritorni sul piano sociale della propria attività nel settore della Pubblica Amministrazione, sottolineando l’importanza strategica per il Sistema Paese del PRA - Pubblico Registro Automobilistico che l’ACI gestisce dal 1927.

I lavori hanno evidenziato la valenza dei servizi delegati dallo Stato all’ACI rispetto a temi attuali come la sicurezza del diritto, la tutela della legalità, la salvaguardia ambientale e il contrasto all’evasione fiscale. Il Club degli automobilisti guarda al futuro ponendosi come obiettivo la massima condivisione e l’integrazione di banche dati, con il fine di tendere anche a una razionale integrazione delle organizzazioni per il miglioramento costante dei servizi.

La partecipazione alla Giornata è stata numerosa e qualificata. Gli interventi hanno manifestato grandi apprezzamenti per l’attività dell’ACI e per la riconosciuta cultura del servizio da sempre rivolto al cittadino. Numerose sono state le richieste di intensificare i già proficui rapporti di scambio e di collaborazione.

Gli stakeholder presenti hanno elogiato anche l’attività di stimolo e di indirizzo che ACI ha svolto con le 10 proposte al nuovo Governo, a nome di 34 milioni di automobilisti italiani. Su tale argomento è stato esplicitamente richiesto all’Automobile Club d’Italia di incalzare il Parlamento e l’Esecutivo, dando vita a un tavolo di lavoro congiunto con i rappresentanti dei consumatori.

Programma 4° Giornata della Trasparenza 

PRA - certezza e legalità

Tasse - un dovere tutelato 

Uno sguardo al futuro 

Un sistema che guarda al futuro
 

31/05/2012 - 3^ Giornata della Trasparenza ACI: "ACI e le Società del Gruppo: progetti e sinergia per la collettività

Foto terza giornata della Trasparenza ACI

Si è svolta oggi a Roma la 3a Giornata della Trasparenza dell’Automobile Club d’Italia, dal titolo “ACI e le società del Gruppo: progetti e sinergie per la collettività”. L’appuntamento è servito ad evidenziare la rilevanza dei progetti posti in essere dall’ACI nel corso dell’anno, misurandone i benefici per il tessuto economico e sociale del Paese. Ad attestare il valore dell’impegno dell’Ente sono stati gli stessi beneficiari delle iniziative, intervenuti numerosi anche attraverso le associazioni di rappresentanza.

I lavori si sono aperti con un messaggio del Ministro per la Pubblica Amministrazione e la Semplificazione, Filippo Patroni Griffi, che ha riconosciuto come “la struttura associativa, la tradizione e la cultura dell’ascolto consente all’ACI di interpretare i bisogni e l’approccio al sociale. Cultura che è espressione di valori ed atteggiamenti, condivisi ed interiorizzati nell’Ente, in attuazione della missione istituzionale: garantire a tutti i cittadini l’esercizio del diritto alla mobilità sostenibile e in sicurezza.

L’ACI persegue questa sua mission con un’intensa attività di assistenza, formazione ed informazione. Il target è rappresentato da tutte le fasce della popolazione, con grande attenzione per quelle più deboli (bambini, anziani e portatori di handicap).

Uno strumento strategico per la diffusione di messaggi positivi, soprattutto in tema di sicurezza stradale, è lo sport automobilistico, di cui ACI è primo e unico referente in Italia. Proprio il mondo delle corse è infatti un canale privilegiato per stimolare l’interesse dei ragazzi insegnando l’importanza del rispetto delle regole di circolazione su strada. In quest’ambito sono stati illustrati i risultati conseguiti con il progetto “Sara Safe Factor”, supportato da Sara Assicurazioni e Aci Sport, e con l’iniziativa “Kart in Piazza”, realizzata in sinergia con CSAI – Commissione Sportiva Automobilistica Italiana.

Sempre in ambito formativo, ACI - in collaborazione con il Ministero per l’Istruzione – ha incontrato i bambini nelle scuole investendoli del ruolo di ambasciatori della sicurezza verso le proprie famiglie.

Per garantire il diritto alla mobilità di tutti, ACI sfrutta appieno tutte le potenzialità delle nuove tecnologie, offrendo in modo sempre più accessibile i suoi prodotti e servizi a vantaggio delle categorie più deboli. Molti di questi sono stati realizzati dalle società del Gruppo: ACI Global ha lanciato un applicazione per smartphone che consente alle persone sorde di effettuare una richiesta di soccorso; ACI Consult ha ideato e sta diffondendo sul territorio “Teseo”, un personal tracker gps in grado di lanciare una chiamata di emergenza con l’indirizzo esatto della persona che lo detiene.

Da tutto ciò ne risulta una forte amplificazione del meccanismo di creazione di valore sociale, a beneficio della società civile.

“La Giornata della Trasparenza è un’occasione di comunicazione di grande rilievo per ACI – ha dichiarato il Presidente Angelo Sticchi Damiani – prescindendo dagli obblighi normativi che impongono all’Ente l’organizzazione dell’appuntamento. L’Automobile Club d’Italia crede fermamente nella valenza strategica di mantenere sempre aperto il dialogo con il suo contesto operativo: il nostro percorso ultracentennale non sarebbe potuto essere così produttivo se non avessimo tenuto ben saldo il rapporto continuo nello spazio e nel tempo con tutta la filiera pubblica e privata della mobilità”.

“Come ci è stato più volte riconosciuto dalle più alte cariche istituzionali del Paese – ha affermato il Segretario Generale, Ascanio Rozera – ACI si è sempre confrontato con un front office molto duro ed esigente, ma questo rappresenta uno stimolo e non un ostacolo allo sviluppo di una rete il cui valore è direttamente proporzionale ai suoi tanti nodi sul territorio, permettendoci di sperimentare e perfezionare continuamente sistemi di valutazione della customer satisfaction presso le sedi nazionali e provinciali ACI. Non mi riferisco solo agli uffici del Pubblico Registro Automobilistico e agli sportelli di riscossione delle tasse automobilistiche, ma più in generale a tutti i nostri punti di servizio della collettività, compresi quelli itineranti e perfino a domicilio”.

L’evento si è concluso con il plauso degli interlocutori intervenuti, che hanno condiviso la vision e il percorso intrapreso dall’Automobile Club d’Italia per la salvaguardia della mobilità di tutti.
 

22/11/2011 - 2^ Giornata della Trasparenza ACI: "...Semplifichiamo la strada"

Foto seconda giornata della Trasparenza

Si è svolta a Roma la 2^ Giornata della Trasparenza dell’Automobile Club d’Italia, nella quale ACI ha presentato ai propri interlocutori tecnici ed istituzionali una panoramica delle iniziative intraprese nel 2011. La legge prevede infatti l’individuazione nel corso dell’anno di un momento di confronto tra i soggetti interessati ad interagire con l’Ente, che con l’espressione “…semplifichiamo la strada” ha voluto sintetizzare il proprio impegno per assicurare a tutti il diritto alla mobilità in sicurezza.
Per ACI il rapporto con i cittadini non solo è un obbligo ma un’opportunità e un elemento distintivo, rappresentato anche dalla scelta di adottare il Bilancio  Sociale per rendicontare attività, risultati e valore sociale generato dalle azioni intraprese.
Le iniziative dell’Automobile Club d’Italia hanno un sensibile impatto sul tessuto sociale del Paese. Un esempio è il progetto “ACI per il Sociale”: un insieme di attività e servizi per rispondere alle peculiari esigenze di soggetti svantaggiati, dagli immigrati extracomunitari ai portatori di handicap, il cui obiettivo è quello di sviluppare la valenza etica dell’azione e del ruolo della Federazione ACI, in coerenza con la sua natura pubblica. In quest’ambito sono stati presentati i risultati conseguiti nel 2011 dal progetto “ACI servizi a domicilio”, proposto finora in 82 province (entro giugno 2012 operativo su tutto il territorio nazionale) per un totale di 774 pratiche automobilistiche espletate senza aggravio di costi a persone con difficoltà motoria, lungodegenti e detenuti. E’ stata inoltre presentata la nuova sezione “Mobilità & Disabili” del sito www.aci.it.
Il tema della sicurezza stradale è stato declinato nei tre progetti strategici: “TrasportACI sicuri” per il trasporto dei bimbi in auto, “Ready2Go” per la formazione dei giovani conducenti e “EPCA-European Pedestrian Crossing Assessment” per la sicurezza dei pedoni. Non si tratta di singole iniziative autonome e scollegate tra loro ma di un sistema integrato di azioni che coinvolgono tutte le componenti dell’ACI, finalizzate al raggiungimento di soluzioni sostenibili e durature attraverso la collaborazione continua con altri attori socio-economici del territorio.

Nel corso dei lavori, con la testimonianza di varie personalità esterne all’ACI, è stato evidenziato il valore sociale creato dall’attività dell’Ente. Tutti gli intervenuti hanno condiviso la sintesi della giornalista Antonella Ferrari che ha dichiarato: “lo spessore umano è il valore di ACI che non solo semplifica la strada ma la rende accessibile a tutti, sfondando barriere culturali prima ancora che fisiche”.
 

25/05/2011- 1^ Giornata della Trasparenza ACI

Grande interesse e attenzione hanno caratterizzato i lavori della prima Giornata della Trasparenza organizzata dall’Automobile Club d’Italia. Obiettivo quello di consolidare i già forti rapporti che ACI per tradizione intrattiene con i propri interlocutori e di ampliarne il numero.

Nel corso della giornata l’ACI ha illustrato il proprio “piano della performance” che raccoglie in maniera organica tutte le attività programmate per l’anno 2011 ed ha raccolto positive valutazioni sul proprio operato, nonché suggerimenti e utili indicazioni per le azioni future. In particolare è stata avanzata la proposta di realizzare un progetto trasversale sulla sicurezza stradale che coordini le numerose iniziative attuali.
I vertici dell’ACI hanno sottolineato che questo appuntamento è solo il primo di una serie di occasioni di confronto che verranno realizzate non solo per aderire agli obblighi normativi, (Trasparenza Valutazione e Merito) ma per precisa convinzione circa l’importanza di mantenere sempre aperto il dialogo tra l’Automobile Club d’Italia e il suo contesto di riferimento.

 “La nostra apertura ai cittadini – ha dichiarato il presidente dell’ACI, Enrico Gelpi – non è una novità introdotta dalla legge voluta dal Ministro della Pubblica Amministrazione e l’Innovazione, Renato Brunetta, ma la tappa di un cammino iniziato più di 100 anni fa. La Giornata della Trasparenza dell’ACI è il nostro nuovo contributo alla massima collaborazione tra tutti i soggetti pubblici e privati della P.A. e della mobilità”.
“L’ACI è una pubblica amministrazione – ha affermato Ascanio Rozera, segretario generale dell’Automobile Club d’Italia– che ha come obiettivo l’offerta di servizi al cittadino a prescindere da logiche di ritorno economico. La creazione di un nuovo sistema culturale per la mobilità sicura sintetizza il valore etico del nostro impegno. La consapevolezza di ciò ci ha portato ad essere tra le prime strutture pubbliche a redigere annualmente il bilanci

Contenuto inserito il 24-02-2017 aggiornato al 15-12-2017
Facebook Twitter Google Plus Linkedin
Il Portale Amministrazione Trasparente dell'Automobile Club è basato sul riuso della soluzione applicativa PAT. CREDITI