Sei in Home / L'ACI / La Federazione / Iniziative e progetti / Buone prassi in ACI

Buone prassi in ACI

BUONE PRASSI DAL TERRITORIO

Da tempo l’ACI, in coerenza con i propri obiettivi strategici, ha messo in atto un processo di cambiamento interno, graduale e sistematico, orientato alla Qualità Totale (Total Quality Management-TQM). 

Significativa è la collaborazione pluriennale dell'ACI con il Dipartimento della Funzione Pubblica, che ha visto l’Ente partecipare ai progetti finalizzati alla diffusione dei principi del TQM nel comparto pubblico e a numerose iniziative premiali per la valorizzazione delle best practice, con conseguimento di riconoscimenti ed attestati, sia a livello nazionale che europeo.

Questo percorso ha comportato l’applicazione presso le Strutture ACI di modelli di gestione della qualità, ed in particolare del metodo di eccellenza europeo CAF (Common Assessment Framework), con sviluppo sul territorio di un processo di miglioramento continuo delle performance.

Le Strutture presenti sul territorio - Uffici Territoriali ed Automobile Club – operano quindi attivamente per il miglioramento della qualità dei servizi erogati ai cittadini e ai portatori di interesse. 

In questa prospettiva, numerose Strutture hanno dato e danno seguito ad iniziative promosse centralmente dall’Ente, sui diversi versanti di attività – quali, ad esempio, il Servizio a domicilio, l'Alternanza scuola-lavoro, TrasportAci Sicuri - modulandole in ragione del contesto territoriale di riferimento e, a seconda dei contenuti dei progetti, avviando partnership con i principali stakeholder e con le Istituzioni locali, organizzando eventi nell’ambito delle campagne sulla sicurezza stradale e sulla mobilità responsabile, e così via.

Il tutto sempre nell’ottica di performance in linea con i fabbisogni dei portatori di interesse di riferimento.

Altrettanto numerose le buone prassi che vengono realizzate su autonoma e diretta iniziativa delle Strutture territoriali, con validi esempi di azioni di miglioramento nei diversi ambiti di competenza dell’Ente.

Si è così instaurata una circolarità virtuosa di idee e nuove prospettive tra centro e periferia. 

Le buone prassi ad oggi realizzate, di seguito riportate nei rispettivi ambiti di riferimento, rappresentano quindi una significativa espressione del costante orientamento dell’Ente verso modalità di lavoro innovative, per servizi sempre più vicini alle istanze della collettività. 

 

Aree tematiche

Sede

Iniziativa realizzata

Comunicazione

DT di Bologna

Incontro interistituzionale – Attività e innovazione digitale in ACI

UT Crotone

Educazione stradale come responsabilità condivisa. #Socialroadsafety

per saperne di più

AC Milano

La mobilità nell’Area Metropolitana

AC Novara

Notiziario informativo televisivo “ACI Novara informa”

per saperne di più

AC Padova

Content and social marketing

AC Pescara

Luceverde Pescara

per saperne di più

AC Terni

Giornata regionale della sicurezza stradale

per saperne di più

Semplificazione

UT Arezzo

Ottimizzazione dei servizi 

UT Livorno

Gestione delle procedure amministrative relative ai veicoli danneggiati a seguito dell’alluvione del 9 e 10 settembre 2017

Miglioramento organizzativo

UT Arezzo 

Benessere organizzativo

DT Brescia

Consapevolezza organizzativa

AC Parma

Dematerializzazione: eliminazione degli archivi cartacei

AC Pordenone

Foto per rinnovo patente in Sede

AC Udine

Comunicazione full service

Mobilità responsabile

DC Emilia Romagna, Veneto e Friuli Venezia Giulia

 

Convegno "Nuovi strumenti di guida. Nuove responsabilità"

AC Bologna

#Staisobrio – Prima le vite

per saperne di più

AC Genova

La guida giusta

per saperne di più

AC Genova

Tour della sicurezza stradale

per saperne di più

AC Lucca

Riprendiamoci la patente  -“Guidare in sicurezza è un gioco da ragazzi

Sicurezza nello sport

AC Cuneo

Weekend della sicurezza

AC Rovigo

Ufficio Sportivo presso l’Autodromo Internazionale  di Adria

Iniziative di utilità sociale

AC Modena

Lavori di pubblica utilità per i cittadini italiani e stranieri quale pena sostitutiva per i reati art. 186 e art. 187 del n.c.d.s.

Tutela delle utenze deboli

UT Benevento

ContattACI