Sei in Home / Servizi / Guide utili / Guida al bollo auto / Regioni e Province Autonome convenzionate con ACI / Regione Autonoma Valle D'Aosta / Veicoli consegnati ai concessionari per la rivendita

Veicoli consegnati ai concessionari per la rivendita

Regione Autonoma Valle D'Aosta-Riduzioni ed esenzioni per auto consegnate ai concessionari per la rivendita

Ai sensi della Legge Regionale. n. 21 del 22 dicembre 2017 dal 1° gennaio 2018 i veicoli destinati alla rivendita, appartenenti a soggetti residenti o aventi sede in Valle d’Aosta, possono essere posti in esenzione dal pagamento delle tasse automobilistiche, solo in presenza di formalità di trasferimento di proprietà del veicolo stesso a favore dell'impresa autorizzata al commercio di veicoli, tramite "minivoltura" la cui data dell'atto è determinante ai fini della corretta individuazione della data di presa in carico del veicolo; restano invariati gli adempimenti di cui sopra.
Inoltre i soggetti autorizzati al commercio ed alla rivendita di veicoli destinati al noleggio senza conducente, che risultino anche proprietari dei veicoli stessi, devono chiedere il cambio l'uso da "terzi" a "proprio" per poter mettere in sospensione i veicoli.

Per ottenere l'esenzione dal pagamento delle tasse automobilistiche le imprese autorizzate devono presentare presso le Delegazioni ACI  oppure presso gli Studi di Consulenza (Agenzie ex L.264/91) presenti sul territorio gli elenchi quadrimestrali cartacei, di tutti i veicoli ricevuti in consegna per la rivendita fino al 1° quadrimestre 2023. Su tali elenchi, da presentare entro il mese successivo al quadrimestre nel corso del quale è avvenuta la consegna del veicolo, devono essere indicati i dati fiscali dei veicoli stessi, la categoria e il titolo in base al quale è avvenuta la consegna con i relativi estremi.

Per i veicoli ricompresi negli elenchi l'obbligo del pagamento della tassa automobilistica rimane sospeso a decorrere dal periodo fisso successivo alla data di presa in carico.

Dal 2° quadrimestre 2023 sono state introdotte rilevanti novità:  

  • Non è più necessario l'invio degli elenchi quadrimestrali per poter mettere in sospensione i veicoli acquisiti per la rivendita, poiché l'avvenuta trascrizione al PRA del titolo di proprietà del veicolo entro il mese successivo ai quadrimestri con scadenza ad aprile, agosto e dicembre di ogni anno, sostituisce integralmente l'obbligo di comunicazione mediante elenchi che, pertanto, non dovranno essere più spediti.

Dal 1° quadrimestre 2024, non è più dovuto il diritto fisso per ogni veicolo acquisito per la rivendita.