Sei in Home / Archivio notizie / ACI: crash test Euro NCAP sui veicoli commerciali leggeri

ACI: crash test Euro NCAP sui veicoli commerciali leggeri

16.02.2022

Massimo punteggio per Fiat Ducato 'Platino', 'Oro'”: Ford Transit, Ford Transit Custom, Volkswagen Transporter e Mercedes Vito. 'Argento': Mercedes Sprinter, Nissan Primastar, Renault Trafic, Peugeot Express, Volkswagen Crafter, Opel Vivaro e Iveco Daily.'Bronzo': Peugeot Boxer, Citroën Jumper e Jumpy, Opel Movano Renault Master e Toyota Proace.

A distanza di un anno dall’ultima serie di test, Euro NCAP ha nuovamente valutato le dotazioni di sicurezza dei 19 modelli di veicoli commerciali leggeri più venduti in Europa.

Grazie ai nuovi dispositivi ADAS, il Fiat Ducato è risultato il primo furgone a raggiungere la valutazione massima: “Platino”. Un notevole salto di qualità - la valutazione precedente era “bronzo” - reso possibile dall’adozione di un sistema avanzato di sensori, che consente al sistema AEB di riconoscere sia i pedoni che i ciclisti in avvicinamento. Peugeot Boxer, Citroën Jumper e Opel Movano - gli altri veicoli del gruppo Stellantis, con i quali il Ducato condivide la piattaforma - che non hanno ancora aggiornato la dotazione di sistemi di assistenza alla guida, non sono andati oltre la valutazione “Bronzo”. Da “Oro” anche le dotazioni di sicurezza dei due modelli Ford - Transit e Transit Custom – del Volkswagen Transporter e del Mercedes Vito. Valutazione “Argento” per Mercedes Sprinter, Nissan Primastar, Renault Trafic, Peugeot Express, Volkswagen Crafter, Opel Vivaro e Iveco Daily. Confermato il “bronzo” del Renault Master, malgrado piccoli ma evidenti miglioramenti nei sistemi di assistenza. Un solo “non consigliato” (nell’ultima serie di test erano 5): il Nissan Interstar.

Ottimi segnali dai nuovi test Euro NCAP sui furgoni – ha dichiarato Angelo Sticchi Damiani, presidente dell’Automobile Club d’Italia. I costruttori hanno deciso di investire sulla sicurezza di questi mezzi, sempre più presenti nelle nostre città, utilizzando sistemi ADAS equivalenti a quelli delle autovetture. Nota di plauso a Stellantis, per l’ottimo risultato conseguito dal Fiat Ducato”.

A distanza di un anno, il quadro che emerge è quello di un progresso lento ma costante, con migliori dotazioni di sistemi ADAS e prestazioni potenziate. Là dove i costruttori hanno apportato aggiornamenti significativi, i miglioramenti in termini di sicurezza attiva sono risultati evidenti.