Articolazione degli uffici

Articolazione degli uffici

Direzione Compartimentale Toscana, Liguria, Umbria, Sardegna, Marche, Emilia Romagna, con contestuale responsabilità dell'Automobile Club di Firenze e con il coordinamento delle attività associative e gestione e sviluppo reti

Direttore Compartimentale: Rosa Alessandra

Direzione Compartimentale Toscana, Liguria, Umbria,  Marche, Sardegna, Emilia Romagna con contestuale responsabilità dell’Automobile Club di Firenze con il coordinamento dell’area  attività associative e gestione e sviluppo reti.

 Esercita  le seguenti attribuzioni:  in ragione della particolare complessità organizzativa e del perimetro delle relative competenze, attraverso l'articolazione in due strutture divisionali distinte, anche con riferimento all'esecuzione dei rispettivi processi ed adempimenti gestionali:

A)  Divisione Attività Associative e Gestione e Sviluppo Reti

  • cura le attività di analisi di mercato, benchmarking, studio, ideazione, pianificazione, coordinamento generale, promozione e commercializzazione in materia associativa;
  • formula proposte per la definizione delle tipologie di tessere associative e dei relativi contenuti secondo gli indirizzi definiti dagli Organi, assicurando a tal fine la massima integrazione con le diverse articolazioni della Federazione;
  • attende alle funzioni di customer care in campo associativo e cura la gestione e lo sviluppo delle relazioni multicanale con i Soci;
  • gestisce gli adempimenti tecnico-amministrativi e regolamentari relativi al rapporto associativo;
  • formula proposte per la definizione di accordi e convenzioni nazionali ed internazionali in campo associativo e ne cura l’attuazione;
  • definisce modelli omogenei di organizzazione e gestione della rete territoriale delle delegazioni, improntati a criteri di efficienza, visibilità, uniformità dei layout e valorizzazione del marchio e dei prodotti ACI;
  • cura la definizione di schemi contrattuali uniformi per la gestione dei rapporti con la rete territoriale delle delegazioni e dei canali complementari;
  • svolge attività di assistenza, supporto e formazione specialistica nei confronti della rete territoriale delle delegazioni e dei canali complementari, allo scopo di massimizzarne gli apporti rispetto alle attività ed ai servizi ad essa demandati;
  • monitora l’andamento degli obiettivi assegnati alla rete territoriale e promuove, anche con il coinvolgimento degli AC interessati, tutti i necessari interventi correttivi e migliorativi, anche in funzione dell’adozione delle misure previste dal Regolamento interno della Federazione;
  • assicura, nei casi previsti e sulla base di specifiche intese con gli AC interessati, la gestione diretta della rete delle delegazioni degli stessi AC;
  • promuove, secondo gli indirizzi definiti, lo sviluppo di canali complementari di distribuzione dei prodotti/servizi della Federazione e cura le relative iniziative attuative, raccordandosi con le strutture competenti;
  • costituisce, per le materie di competenza, referente per la Direzione Compartimentale Piemonte,Valle d'Aosta, Lombardia, Trentino Alto Adige, Veneto e Friuli Venezia Giulia e per la Direzione Compartimentale Lazio, Abruzzo, Campania, Basilicata, Molise, Calabria, Puglia e Sicilia, con i quali definisce ed attua forme di collaborazione e coinvolgimento a livello locale, avvalendosi anche dei relativi apporti secondo gli indirizzi definiti;
  • cura, nell’ambito delle proprie competenze, i rapporti con gli omologhi uffici delle società collegate, promuovendo iniziative di integrazione e coordinamento delle relative offerte;
  • svolge funzioni di interfaccia e di controllo tecnico-operativo nelle materie di competenza, rispetto alle prestazioni ed ai servizi associativi erogati dalle Società collegate, compresi quelli di carattere tecnologico;
  • coordina le attività di sviluppo e gestione del sistema di Customer Relationship Management dell’Ente per le attività di marketing associativo e di supporto ai servizi di promozione multicanale;
  • propone piani di formazione e consolidamento professionale dei Direttori di Automobile Club anche sulla base degli esiti dei processi di valutazione delle performance;
  • fornisce attività di assistenza e consulenza specialistica agli AC nelle materie di competenza anche in collaborazione con l’Ufficio a supporto degli AA.CC..;
  • gestisce, nelle materie di competenza, i compiti del “referente per il trattamento dei dati personali” – designato dal Presidente, ai sensi e per gli effetti dell’art. 2–quaterdecies del decreto legislativo 30 aprile 2003  n. 196 –  con particolare riferimento alla compilazione del registro dei trattamenti ed alla predisposizione delle adeguate misure di sicurezza tecniche ed organizzative.

B) Divisione Direzione Compartimentale  Toscana, Liguria, Umbria,  Marche, Sardegna, Emilia    Romagna con contestuale responsabilità dell’Automobile Club di Firenze:

  • rappresenta il referente del Segretario Generale per l’ambito territoriale di competenza;
  • assicura  il necessario coordinamento, la coerenza e la massima integrazione, nel rispetto delle reciproche competenze e secondo le direttive ricevute, dell’azione complessiva delle articolazioni territoriali della Federazione, anche raccordandosi a tal fine con le Direzioni Territoriali;
  • è responsabile della puntuale e coordinata gestione delle relazioni con le Amministrazioni locali relativamente alle tematiche riguardanti i servizi istituzionali e delegati, raccordandosi a tal fine con le strutture centrali ed avvalendosi, nei casi previsti, della collaborazione delle Direzioni territoriali; 
  • costituisce il referente, per l’ambito territoriale di competenza, delle strutture territoriali delle società collegate;
  • formula alle Strutture centrali di riferimento, in coerenza con gli obiettivi strategici della Federazione, proposte per la gestione e lo sviluppo dei servizi, anche regionalizzati di livello territoriale;
  • formula agli organismi centrali all’uopo deputati,  proposte per la valutazione delle capacità manageriali dei Direttori e dei Responsabili AC del territorio di riferimento;
  • propone piani di formazione e consolidamento professionale individuali dei Direttori delle strutture organizzative territoriali anche sulla base degli esiti dei processi di valutazione delle performance;
  • fornisce supporto alla Direzione Segreteria Organi Collegiali, Pianificazione e Coordinamento per le attività collegate al piano triennale della performance riferiti agli AC di competenza;
  • costituisce, per il territorio di riferimento, il “Referente per l’Anticorruzione”, secondo quanto disciplinato delle linee e delle indicazioni contenute nel piano di prevenzione della corruzione, di cui al D.L. 18/10/2012 n.179, così come convertito con L. 6/11/2012, n.190;
  • svolge funzioni di Segreteria dei Comitati Regionali nei territori di riferimento, anche per il tramite di dirigenti o funzionari all’uopo delegati;
  • svolge compiti di supporto anche consulenziale agli AC del territorio di riferimento;
  • svolge ogni altro adempimento ed attività ad essa delegati dal Segretario Generale.
     
     
     
    Per la natura ed i contenuti della struttura il titolare della Direzione Compartimentale Toscana, Liguria, Umbria, Marche, Sardegna, Emilia Romagna, con contestuale responsabilità dell’Automobile Club di Firenze e coordinamento delle attività associative e gestione e sviluppo reti  esercita le iniziative di competenza presso una struttura della Sede Centrale oltre che presso la sede compartimentale.

 


 

 

Contatti

Telefono: 06 4998 2762
Fax: 06 4998 2397
Contenuto creato il 10-05-2016 aggiornato al 08-09-2021
Facebook Twitter Linkedin
Il Portale Amministrazione Trasparente dell'Automobile Club è basato sul riuso della soluzione applicativa PAT. CREDITI